Cantucci

Cantucci
Condividi con i tuoi amici!

I cantucci Bimby sono ideali da servire come dessert a fine pasto accompagnati con il famoso Vin Santo, un vino liquoroso e profumato in cui i cantucci vengono inzuppati per farli ammorbidire.

Come tutte le ricette tradizionali, anche i cantucci hanno un’origine particolare e interessante. Il nome deriva infatti dalla parola latina “cantellus”, che significa “pezzo” o “fetta di pane”.

La prima ricetta documentata di questo dolce è nel manoscritto di un erudito pratese del XVIII secolo, Amadio Baldanzi, mentre la ricetta classica è stata messa a punto nel XIX secolo da Antonio Mattei, un pasticciere di Prato, che ricevette numerosi premi a fiere in Italia e all’estero, tra cui una menzione speciale all’Esposizione Universale parigina del 1867. Ancora oggi esiste a Prato la bottega di “Mattonella”, considerata la depositaria della ricetta tradizionale dei cantucci.

La particolarità di questi dolci sta nella loro doppia cottura: la prima avviene in forno, sotto forma di filoncini; la seconda cottura viene fatta, in forno spento ma caldo, per fari tostare e cuocere bene anche all’interno.

Con il Bimby, poi, la preparazione diventa semplice perché, diciamocelo pure… come faremo senza il Bimby? :-) la ricetta mi è stata inviata da Fabiana, una delle fan della Pagina Facebook di Ricette Bimby, grazie!

Questa ricetta è per il Bimby TM31 e TM5

Dosi per
Tempo di preparazione 5 min.
Tempo di cottura 25 min.
Difficoltà
Tempo di lievitazione
Tempo di riposo
100
3.8 2
I cantucci Bimby sono ideali da servire come dessert a fine pasto accompagnati con il famoso Vin Santo, un vino liquoroso e profumato in cui i cantucci vengono inzuppati per farli ammorbidire. Come tutte le ricette tradizionali, anche i cantucci hanno un'origine particolare e interessante. Il nome deriva infatti dalla parola latina "cantellus", che significa "pezzo" o "fetta di pane". La prima ricetta documentata di questo dolce è nel manoscritto di un erudito pratese del XVIII secolo, Amadio Baldanzi, mentre la ricetta classica è stata messa a punto nel XIX secolo da Antonio Mattei, un pasticciere di Prato, che ricevette numerosi premi a fiere in Italia e all'estero, tra cui una menzione speciale all'Esposizione Universale parigina del 1867. Ancora oggi esiste a Prato la bottega di "Mattonella", considerata la depositaria della ricetta tradizionale dei cantucci. La particolarità di questi dolci sta nella loro doppia cottura: la prima avviene in forno, sotto forma di filoncini; la seconda cottura viene fatta, in forno spento ma caldo, per fari tostare e cuocere bene anche all'interno. Con il Bimby, poi, la preparazione diventa semplice perché, diciamocelo pure... come faremo senza il Bimby? :-) la ricetta mi è stata inviata da Fabiana, una delle fan della Pagina Facebook di Ricette Bimby, grazie! Cantucci https://youtu.be/icQcx0q_-TI Ricette , Biscotti, Dolci Bimby Italiana

Ingredienti

  • 250 g mandorle con la pelle
  • 1 arancia biologica (la scorza)
  • 1 limone biologico (la scorza)
  • 300 g zucchero semolato
  • 100 g di burro
  • 5 uova medie (3 intere + 2 tuorli)
  • Sale fino q.b.
  • 500 g farina 0 + q.b. per il piano di lavoro
  • ½ bustina di lievito per dolci (8 g)

Preparazione

Metti su una teglia coperta di carta da forno 250 g di mandorle con la pelle e fai tostare 10-15 Min. a 180° (modalità statica). Lascia raffreddare.

Metti nel boccale la scorza di un’arancia biologica, di un limone biologico e 50 g di zucchero semolato e trita 10 Sec. Vel. 10

Aggiungi 100 g di burro e sciogli 1 Min. 70° Vel. 2. Metti da parte.

Monta la farfalla, metti nel boccale i rimanenti 250 g di zucchero e 3 uova intere e 2 tuorli e monta 3 Min. Vel. 4.

Togli la farfalla e aggiungi le mandorle messe da parte, il burro con zucchero e arancia, sale q.b., 500 g di farina 0 e mezza bustina di lievito per dolci. Impasta 1 Min. Vel. Spiga. Il risultato è  appiccicoso ma ben compatto.

Su un piano di lavoro infarinato finisci di impastare e dividi l’impasto in filoncini di 5-6 cm di larghezza.

Poggia i filoncini sulla teglia ricoperta di carta da forno dove avevi cotto le mandorle e cuoci in forno statico preriscaldato 15 Min. 180°. La superficie deve essere dorata. 

Una volta cotti, sforna e lascia raffreddare completamente i filoncini. 

Una volta che i filoncini sono completamente raffreddati tagliali di sbieco ad un’altezza di circa 1 cm e poggia nuovamente sulla teglia ricoperta di carta da forno. Cuoci 10 Min. a 180.

Consigli

Per conservare più a lungo i cantucci puoi metterli in una scatola di latta. Inoltre, ben confezionati, possono essere un'ottima idea per i tuoi regali da fare ad amici e parenti nelle occasioni a te più gradite :-)

Puoi personalizzare la ricetta aggiungendo all'impasto 1/2 misurino di liquore a piacere, o di marsala.


Che ne pensi di questa ricetta?

Vota la ricetta
[Total: 13    Average: 3.8/5]

  1. bella ricetta,io pensavo che il liquore ci volesse sempre e per forza,invece no!!
    Anna Bassi,nella spiegazione dei cantucci,ancora prima della ricetta c’è scritto come fare la doppia cottura,cioè una volta passato il tempo di cottura spegnere il forno e chieuderlo x mantenerlo caldo,nel frattempo si taglia a tocchetti i cantucci e si rimettono in forno x farli asciugare bene anche dentro. ;-)

    Maria