Culurgiones “ravioli sardi” d’Ogliastra

Culurgiones “ravioli sardi” d’Ogliastra

Voglia di Sardegna? Portala in tavola con i culurgiones o culurgionis, una sorta di “ravioli sardi” con ripieno di patate, pecorino e menta :-)

La cosa che mi piace delle ricette regionali è che da pochi, semplici e quotidiani ingredienti si possono ricavare pietanze uniche! Nelle ricette sarde ci sono spesso la menta, il finocchio selvatico o il timo, erbe aromatiche che crescono anche nei campi.

Sono queste erbette, dosate e distribuite sapientemente, a dare il tocco speciale al ripieno di questa pasta che, tra le altre cose, è senza uova!

Ok, è vero: non sono chiusi proprio bene questi culurgiones. “Sa spighetta” non si vede… per farla bene ci vuole più ripieno e allenamento!! Cliccando sul link qui di seguito trovi un video su come chiudere i ravioli sardi a dovere.

Questa ricetta è per il Bimby TM5 e TM31

Dosi per 6 persone
Tempo di preparazione 1 min.
Tempo di cottura 34 min.
Difficoltà
Tempo di lievitazione
Tempo di riposo 10.20 ore
100
4.3 0
Voglia di Sardegna? Portala in tavola con i culurgiones o culurgionis, una sorta di "ravioli sardi" con ripieno di patate, pecorino e menta :-) La cosa che mi piace delle ricette regionali è che da pochi, semplici e quotidiani ingredienti si possono ricavare pietanze uniche! Nelle ricette sarde ci sono spesso la menta, il finocchio selvatico o il timo, erbe aromatiche che crescono anche nei campi. Sono queste erbette, dosate e distribuite sapientemente, a dare il tocco speciale al ripieno di questa pasta che, tra le altre cose, è senza uova! Ok, è vero: non sono chiusi proprio bene questi culurgiones. "Sa spighetta" non si vede... per farla bene ci vuole più ripieno e allenamento!! Cliccando sul link qui di seguito trovi un video su come chiudere i ravioli sardi a dovere. Culurgiones “ravioli sardi” d’Ogliastra https://youtu.be/-GPOmIJZJPE Ricette , Pasta, Primi Italiana

Ingredienti

Per il ripieno

  • 500 g di acqua
  • 500 g di patate intere con la buccia
  • 50 g di pecorino sardo grattugiato
  • 4 foglioline di menta tritate
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Per la pasta

  • 150 g di farina 00
  • 100 g di semola di grano duro
  • 150 g di acqua
  • Sale q.b.

Per condire

  • 100 g di burro fuso
  • Timo fresco q.b. (facoltativo)

Preparazione

Versa nel boccale 500 g di acqua.

Metti nel cestello 500 g di patate lavate e con la buccia e cuoci 30 Min. 100° Vel. 1.

Togli l’acqua dal boccale, pela le patate e rimettile nel boccale.

Frulla le patate 5 Sec. Vel. 5 e fai freddare. Aggiungi nel boccale 50 g di pecorino sardo grattugiato, 4 foglioline di menta tritate, regola di sale e pepe e amalgama 5 Sec. Vel. 4.

Togli il ripieno dal boccale, mettilo in una ciotola, coprilo con pellicola e fai riposare in frigorifero per una notte (10 Ore).

Metti nel boccale 150 g di farina 00 e 100 g di semola di grano duro, aggiungi 150 g di acqua, sale q.b. e impasta 30 Sec. Vel. 6.

Forma una palla con la pasta, avvolgi nella pellicola e lascia riposare in frigorifero per 20 Min.

Sul piano di lavoro stendi una sfoglia sottile con il matterello. Se preferisci usa la macchina per la pasta.

Con un coppapasta di 9 cm di diametro, ritaglia dei dischi.

Riempi ognuno con un po’ di ripieno, tenendo il disco in mano, e ripiega a metà.

Chiudi pizzicando l’estremità della pasta, portandola da un lato e poi dall’altro fino a terminare la chiusura.

Metti man mano su un vassoio spolverato con un po' di semola o foderato con carta da forno.

Cuoci i culurgiones in acqua bollente, scolali e condiscili con 100 g di burro fuso e timo fresco.

Consigli

Puoi condire i culurgiones anche con un sugo di pomodoro :-)

Per cucinare meglio


Che ne pensi di questa ricetta?

Vota la ricetta
[Voti: 1    Media Voto: 4.3/5]