Pesto alla genovese

Pesto alla genovese

Fare il pesto alla genovese col Bimby è davvero una questione di pochissimi secondi. E che pesto! Preparato con i sette ingredienti tradizionali, rende spettacolare qualsiasi tipo di pasta :-)

Il pesto nasce a Genova, in Liguria, terra di salse ricche e saporite, come la salsa alle noci. Una salsa fredda, che non ha bisogno di cottura, ma soltanto di alcune accortezze durante la preparazione.

A tutela della ricetta veglia un vero e proprio Consorzio del pesto genovese (dicitura più corretta rispetto a “pesto alla genovese”), custode sapiente della ricetta originale del pesto. I 7 ingredienti ammessi sono:

  1. basilico a foglia piccola (Basilico genovese DOP),
  2. olio extravergine di oliva,
  3. parmigiano reggiano (ammesso l’uso del grana padano),
  4. pecorino DOP (Fiore sardo),
  5. aglio (ingrediente fondamentale, il pesto genovese senza aglio si può anche fare, ma non è la stessa cosa…),
  6. pinoli (ammessa la versione del pesto genovese con noci e senza pinoli)
  7. sale (grosso se si lavora nel mortaio, fino con il Bimby).

Il vero unico e inimitabile pesto si realizzo con tanta pazienza, mortaio in marmo e pestello di legno. Prima l’aglio e il sale grosso, poi i pinoli, infine il basilico. Per finire, si aggiungono i formaggi grattugiati e l’olio.

Un regalo spettacolare per chi ama il pesto, i tempi lenti in cucina e lavorare con le mani è il mortaio in marmo con pestello in legno. Anche io, che uso moltissimo il Bimby e lo apprezzo per la velocità, ogni tanto ho il piacere di cucinare in modo tradizionale ;-) Ecco qui sotto un mortaio con pestello che io trovo fenomenale!

E se vuoi un pesto ottimo ma anche veloce? Usa il Bimby, ovviamente ;-)

Il pesto è una salsa davvero versatile. Fantastico con la pasta di grano duro, lo puoi usare anche per arricchire e insaporire tanti piatti! Io, ad esempio, l’ho usato per accompagnare i fiori di zucca ripieni fritti in pastella.

E non è tutto: uso il pesto anche per condire le lasagne, come le lasagne pesto, besciamella e pachino, e per dare più sapore alle polpette  ;-)

Ricetta con link di affiliazione Amazon: per ogni acquisto effettuato tramite questo link ricevo una piccola commissione e così mi aiuti a pubblicare ricette sempre nuove ;-)

Questa ricetta è per il Bimby TM31 e TM5

Dosi per 350 g
Tempo di preparazione 2 min.
Tempo di cottura
Difficoltà
Tempo di lievitazione
Tempo di riposo
100
4 9
Fare il pesto alla genovese col Bimby è davvero una questione di pochissimi secondi. E che pesto! Preparato con i sette ingredienti tradizionali, rende spettacolare qualsiasi tipo di pasta :-) Il pesto nasce a Genova, in Liguria, terra di salse ricche e saporite, come la salsa alle noci. Una salsa fredda, che non ha bisogno di cottura, ma soltanto di alcune accortezze durante la preparazione. A tutela della ricetta veglia un vero e proprio Consorzio del pesto genovese (dicitura più corretta rispetto a "pesto alla genovese"), custode sapiente della ricetta originale del pesto. I 7 ingredienti ammessi sono:
  1. basilico a foglia piccola (Basilico genovese DOP),
  2. olio extravergine di oliva,
  3. parmigiano reggiano (ammesso l'uso del grana padano),
  4. pecorino DOP (Fiore sardo),
  5. aglio (ingrediente fondamentale, il pesto genovese senza aglio si può anche fare, ma non è la stessa cosa...),
  6. pinoli (ammessa la versione del pesto genovese con noci e senza pinoli)
  7. sale (grosso se si lavora nel mortaio, fino con il Bimby).
Il vero unico e inimitabile pesto si realizzo con tanta pazienza, mortaio in marmo e pestello di legno. Prima l'aglio e il sale grosso, poi i pinoli, infine il basilico. Per finire, si aggiungono i formaggi grattugiati e l'olio. Un regalo spettacolare per chi ama il pesto, i tempi lenti in cucina e lavorare con le mani è il mortaio in marmo con pestello in legno. Anche io, che uso moltissimo il Bimby e lo apprezzo per la velocità, ogni tanto ho il piacere di cucinare in modo tradizionale ;-) Ecco qui sotto un mortaio con pestello che io trovo fenomenale! E se vuoi un pesto ottimo ma anche veloce? Usa il Bimby, ovviamente ;-) Il pesto è una salsa davvero versatile. Fantastico con la pasta di grano duro, lo puoi usare anche per arricchire e insaporire tanti piatti! Io, ad esempio, l'ho usato per accompagnare i fiori di zucca ripieni fritti in pastella. E non è tutto: uso il pesto anche per condire le lasagne, come le lasagne pesto, besciamella e pachino, e per dare più sapore alle polpette ;-)
Ricetta con link di affiliazione Amazon: per ogni acquisto effettuato tramite questo link ricevo una piccola commissione e così mi aiuti a pubblicare ricette sempre nuove ;-)
Pesto alla genovese https://youtu.be/-GPOmIJZJPE Ricette , Salse e condimenti Italiana

Ingredienti

  • 80 g di foglie di basilico
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • 40 g di pecorino romano
  • 40 g di pinoli
  • 150 g di olio extravergine di oliva
  • Uno spicchio di aglio
  • Sale q.b.

Preparazione

Lava le foglie di basilico e asciugale bene con una centrifuga per insalata.

Inserisci nel boccale del Bimby 40 g di parmigiano reggiano a pezzi, 40 g di pecorino romano a pezzi, 40 g di pinoli, uno spicchio di aglio e 80 g di basilico. Frulla 20 Sec. Vel. 7.

Aggiungi 150 di olio e un pizzico di sale e frulla ancora 20 Sec. Vel. 7.

Conserva in un vasetto a chiusura ermetica, coperto con un filo d'olio.

Consigli

Io, ormai, ho imparato a regolare bene la potenza e riesco ad asciugare le foglie di basilico in una centrifuga non troppo grande senza annerirle. Se non sei pratica, per non sciupare le foglie di basilico, lavale delicatamente in acqua e mettile ad asciugare su un telo di cotone, in un luogo fresco ma ventilato, senza tamponarle. Ti ci vorrà almeno una mezz'ora (dipende dalla stagione, da quanto fa caldo ecc.).

Io faccio una bella scorta di pesto alla genovese durante l'estate e lo surgelo in piccoli barattoli di vetro (una mia amica usa i barattoli degli omogeneizzati). Così quando non so con cosa condire la pasta, anche d'inverno, ho subito a disposizione un pesto. Lo scongelo anche a bagnomaria.

La proporzione ufficiale tra parmigiano e pecorino è 60 g di parmigiano e 20 g di pecorino. A me piace utilizzarli nella stessa proporzione, come trovi nella mia ricetta col Bimby.

Per cucinare meglio


Che ne pensi di questa ricetta?

Vota la ricetta
[Voti: 153    Media Voto: 4/5]

  1. Nota 10 e lode! Anch’io faccio scorta x l’inverno i miei figli ne vanno matti!

    Rosa
    • Fantastico! Grazie Rosa :-) Qui trovi alcuni modi per usarlo: pesto.

      Ricette Bimby
  2. Ma con queste dosi quanti vasetti (piccoli) vengono? Grazie

    Manuela
    • Ciao Manuela, dipende dalla grandezza dei vasetti… se usi la misura più piccola, direi almeno 2. In ogni caso con questa dose puoi condire bene 500 g di pasta. Buona cucina!

      Ricette Bimby
  3. Buonissimo, ne faccio una scorta per tutto l’inverno

    Valentina
    • Anche io ;-)

      Ricette Bimby
    • Grazie a te!!

      Ricette Bimby