Pinsa romana

Pinsa romana
Condividi con i tuoi amici!

La pizza tipo pinsa romana fatta col Bimby è una mia sfida personale. La pinsa è una pizza particolare, il cui impasto è composto da più farine. I bilanciamento di queste farine è… segreto!

Inoltre nella lavorazione una parola chiave è “freddo”: fredda l’acqua che si usa per l’impasto e a freddo avviene quasi tutta la lievitazione.

Per questo per mangiare la vera pinsa romana devi andare in una pinseria. Ogni tanto me la mangio e la trovo eccezionale!! :-D

Io, che non potevo non tentare visto che la pinsa è davvero buona, ho voluto rifarla comunque a casa. Fammi sapere cosa ne pensi. :-)

Questa ricetta è per il Bimby TM31 e TM5

Dosi per 2 persone
Tempo di preparazione 12 min.
Tempo di cottura 10 min.
Difficoltà
Tempo di lievitazione 27.5 ore
Tempo di riposo
100
4 9
La pizza tipo pinsa romana fatta col Bimby è una mia sfida personale. La pinsa è una pizza particolare, il cui impasto è composto da più farine. I bilanciamento di queste farine è... segreto! Inoltre nella lavorazione una parola chiave è "freddo": fredda l'acqua che si usa per l'impasto e a freddo avviene quasi tutta la lievitazione. Per questo per mangiare la vera pinsa romana devi andare in una pinseria. Ogni tanto me la mangio e la trovo eccezionale!! :-D Io, che non potevo non tentare visto che la pinsa è davvero buona, ho voluto rifarla comunque a casa. Fammi sapere cosa ne pensi. :-) Pinsa romana https://youtu.be/-GPOmIJZJPE Ricette , Lievitati, Pizza Italiana

Ingredienti

  • 350 g di farina manitoba
  • 70 g di farina di riso
  • 30 g di farina di soia
  • ½ cucchiaino scarso di lievito madre essiccato
  • 330 g di acqua fredda
  • 5 g di sale
  • 10 g di olio extravergine di oliva

Preparazione

Metti nel boccale ben asciutto 350 g di farina manitoba, 70 g di farina di riso, 30 g di farina di soia e ½ cucchiaino scarso di lievito madre essiccato. Mescola le polveri 30 Sec. Vel. 3.

Versa 260 g di acqua e impasta 30 Sec. Vel. 6, poi 3 Min. Vel. Spiga.

Aggiungi 5 g di sale e impasta 1 Min. Vel. Spiga.

Versa 10 g di olio extravergine di oliva, 70 g di acqua e impasta 3 Min. Vel. Spiga.

Metti l’impasto a riposare in una ciotola con coperchio per 30 Min. e poi metti a riposare nel frigorifero per almeno 24 Ore.

Tira fuori l’impasto dal frigorifero e lascialo lievitare per 3 Ore a temperatura ambiente.

Scalda il forno a 200°.

Metti l’impasto su una teglia leggermente oliata e stendilo fino a ottenere un ovale.

Condisci la pizza con pomodoro o lasciala in bianco.

Cuoci in forno 10 Min. a 200°.

Aggiungi eventuale mozzarella a 2 Min. dal termine della cottura.

Consigli

Puoi raddoppiare la quantità di farina per ottenere più impasto. Non superare comunque i 5 g di di lievito madre essiccato.

Mi raccomando: l'acqua per l'impasto deve essere proprio fredda!

Il tempo di lievitazione ideale è di almeno 48 Ore. Tieni il contenitore nella parte più fredda del frigorifero.

Per cucinare meglio


Che ne pensi di questa ricetta?

Vota la ricetta
[Total: 18    Average: 4/5]

  1. Buonasera innanzitutto complimenti perché le vostre sono ottime ricette. Per quanto riguarda la pinsa volevo chiedere due cose. Io ho il lievito madre fresco va bene uguale? Le farine devono essere quelle elencate nella ricetta o vanno bene anche altre tipo kamut fatto semola integrale? Grazie

    Silvana
    • Salve Silvana, ti ringrazio molto per i complimenti :-)
      Non ho provato la pinsa con il lievito madre fresco. E’ una ricetta talmente particolare, anche nel processo di lavorazione, che si dovrebbe provare. La lievitazione a freddo è, infatti, piuttosto lenta e i tempi con il lievito madre potrebbero essere più lunghi. Per le farine, è proprio questo il mix che si usa: grano tenero, soia e riso. Pensa, però, che la pinsa romana di 2000 anni fa si faceva con farro e kamut ;-)

      Ricette Bimby
  2. Buonasera! Mi unisco anch’io ai complimenti, ottime ricette con altrettanto ottimi risultati!!!
    Per quanto riguarda la pinsa ho un problema..Non riesco a trovare la farina di soia!! Come posso risolvere questo problema?!
    Grazie mille

    [email protected]
    • Ciao, grazie mille per i complimenti!!! Sono contenta che le ricette ti piacciano :-)
      Per la pinsa, ahimè, ma la farina di soia ci vuole proprio… Se non la trovi puoi farla con il Bimby: polverizza 200 g di soia 1 Min. Vel. 10. Spero di averti aiutato! Buona cucina

      Ricette Bimby
  3. Ciao, volevo provare la ricetta della pinsa romana, secondo me c’è troppa acqua, di solito si usa circa la metà della farina, ci sono anche 2 quantità divese di acqua una nella lista e l’altra nella spiegazione.
    roberto

    Roberto
  4. Carissima Flavia..desideravo sapere se durante la lievitazione in frigo l’impasto della pinza deve aumentare di volume..te lo chiedo perché è da ieri pomeriggio che è in frigo e non mi sembra che sia aumentata..grazie😘

    Flaviana
    • Ciao Flaviana, l’impasto in frigorifero deve maturare più che lievitare, però almeno un poco si gonfia… Segui comunque la ricetta e tiralo fuori per le ore indicate!

      Flavia
  5. Ciao Flavia,

    complimenti per il tuo impegno nella ricetta.
    Volevo cogliere l’occasione per fare un pò di chiarezza su questo prodotto.
    La Pinsa nasce nel 2001 dall’azienda Di Marco a Roma e viene realizzato con un mix specifico di farine ed un grande ed appassionato lavoro di anni per trovare il bilanciamento perfetto degli ingredienti. Per questo motivo è l’unico vero mix per realizzare l’Originale Pinsa Romana. Da circa due anni è disponibile anche nel formato casalingo sul sito di Pinsa For You.

    Spero di essere stato utile.

    Luca
    • Grazie Luca!

      Flavia