Pizza con farina tipo 2

Pizza con farina tipo 2
Condividi con i tuoi amici!

Ecco un impasto per pizza rustico che si fa mangiare con piacere: è la pasta per pizza con farina tipo 2 col Bimby!

Mi piace perché è un impasto che sa di cose buone, di terra e di campagna. Sta benissimo con il classico condimento della margherita, ma si fa rispettare anche con condimenti più particolari come mozzarella, fiori di zucca e alici.

Io lo stendo altino, ma tu puoi usare una teglia più grande o due teglie per stenderlo più sottile. Qualunque sia la tua scelta, avrai una bella pizza saporita!!

Pizza alta e soffice ma mai bagnata!

Il mio suggerimento per impasti per pizza così idratati e soffici non è, in realtà, proprio un suggerimento… Piuttosto è un trucco rubato, che ho notato in un maestro pizzaiolo (che per me è IL maestro pizzaiolo) di grande fama, bravura e genialità (sì, è un genio: basta guardare i suoi abbinamenti sempre superbi). Secondo me non devo nemmeno scrivere di chi si tratta, si capisce no? ;-)

Ebbene, il trucco è, quando si usa tanta mozzarella o mozzarella di bufala (che certo non è secca…) mettere sotto uno strato di patate tagliate sottili sottili. Non so se ho colto la ragione di quelle patate, ma il succo è che se le metti poi stai sicuro che l’impasto non si bagna ;-)

Lo strato mantiene la pasta della pizza asciutta, non si impregna, insomma, di latte o del condimento e forma una specie di letto perfetto per accogliere ogni sorta di bontà!

La farina tipo 2

Questo impasto si prepara con la farina tipo 2, una farina semi-integrale che ha un po’ del buono dell’integrale e un po’ della lavorabilità della farina più raffinata. Un’ottima e naturale alternativa ai miei mix di farina integrale e farina 0 :-D

Ovviamente una buona farina tipo 2 non è un mix, ma il risultato di una selezione dei chicchi e di una minore raffinazione della farina!! Per lo più si trova macinata a pietra e biologica.

Se la prepari e vuoi dirmi cosa ne pensi, scrivimi pure su Facebook!!

Per una lievitazione perfetta

Come ho scritto in molti post sulla pizza, io preferisco far lievitare l’impasto nei contenitori in midollino :-) Come quelli che trovi qui sotto:

Ovunque lieviti la tua pizza… buon appetito!!!

Post con link di affiliazione Amazon: per ogni acquisto effettuato tramite questo link ricevo una piccola commissione e così mi aiuti a pubblicare ricette sempre nuove ;-)

Questa ricetta è per il Bimby TM31 | TM6 | TM5

Dosi per 6 persone
Tempo di preparazione 4 min.
Tempo di cottura 15 min.
Difficoltà
Tempo di lievitazione 10 ore
Tempo di riposo
100
4.3 0
Ecco un impasto per pizza rustico che si fa mangiare con piacere: è la pasta per pizza con farina tipo 2 col Bimby! Mi piace perché è un impasto che sa di cose buone, di terra e di campagna. Sta benissimo con il classico condimento della margherita, ma si fa rispettare anche con condimenti più particolari come mozzarella, fiori di zucca e alici. Io lo stendo altino, ma tu puoi usare una teglia più grande o due teglie per stenderlo più sottile. Qualunque sia la tua scelta, avrai una bella pizza saporita!!

Pizza alta e soffice ma mai bagnata!

Il mio suggerimento per impasti per pizza così idratati e soffici non è, in realtà, proprio un suggerimento... Piuttosto è un trucco rubato, che ho notato in un maestro pizzaiolo (che per me è IL maestro pizzaiolo) di grande fama, bravura e genialità (sì, è un genio: basta guardare i suoi abbinamenti sempre superbi). Secondo me non devo nemmeno scrivere di chi si tratta, si capisce no? ;-) Ebbene, il trucco è, quando si usa tanta mozzarella o mozzarella di bufala (che certo non è secca...) mettere sotto uno strato di patate tagliate sottili sottili. Non so se ho colto la ragione di quelle patate, ma il succo è che se le metti poi stai sicuro che l'impasto non si bagna ;-) Lo strato mantiene la pasta della pizza asciutta, non si impregna, insomma, di latte o del condimento e forma una specie di letto perfetto per accogliere ogni sorta di bontà!

La farina tipo 2

Questo impasto si prepara con la farina tipo 2, una farina semi-integrale che ha un po' del buono dell'integrale e un po' della lavorabilità della farina più raffinata. Un'ottima e naturale alternativa ai miei mix di farina integrale e farina 0 :-D Ovviamente una buona farina tipo 2 non è un mix, ma il risultato di una selezione dei chicchi e di una minore raffinazione della farina!! Per lo più si trova macinata a pietra e biologica. Se la prepari e vuoi dirmi cosa ne pensi, scrivimi pure su Facebook!!

Per una lievitazione perfetta

Come ho scritto in molti post sulla pizza, io preferisco far lievitare l'impasto nei contenitori in midollino :-) Come quelli che trovi qui sotto: Ovunque lieviti la tua pizza... buon appetito!!!
Post con link di affiliazione Amazon: per ogni acquisto effettuato tramite questo link ricevo una piccola commissione e così mi aiuti a pubblicare ricette sempre nuove ;-)
Pizza con farina tipo 2 https://youtu.be/-GPOmIJZJPE Ricette , Base, Lievitati, Pizza Italiana

Ingredienti

  • 10 g di sale
  • 250 g di acqua
  • 20 g di olio extravergine di oliva
  • 400 g di farina tipo 2
  • 5 g di lievito di birra secco

Preparazione

Metti nel boccale 10 g di sale, 250 g di acqua, 20 g di olio extravergine di oliva e sciogli 1 Min. 37° Vel. 2.

Unisci 400 g di farina tipo 2, 5 g di lievito di birra secco e impasta 3 Min. Vel. Spiga, fino a ottenere un impasto morbido e molto idratato.

Metti l’impasto in una ciotola leggermente unta, copri con una cuffia per doccia (che usi solo per questo!) o con la più classica pellicola trasparente (però poi finisce subito nel secchio...) e lascia lievitare per 8 Ore.

Una volta raddoppiato il suo volume, adagia l’impasto in una teglia da 36 x 25 cm circa coperta con carta da forno.

Spingi delicatamente l'impasto con i polpastrelli dal centro verso l’esterno, senza toccare i bordi!

Lascia lievitare ancora per circa 2 Ore nel forno spento.

Una volta raddoppiata la pizza, condiscila come vuoi: con una base di salsa di pomodoro o di patate affettate finemente alla mandolina se vuoi fare un condimento "bianco".

Cuoci in forno preriscaldato per 15 Min. a 220°, mettendo la teglia a contatto con il fondo del forno i primi 5 minuti.

Aggiungo mozzarella o formaggi 5 minuti prima del termine della cottura.

Consigli

La lievitazione è molto lunga. Se preferisci puoi lasciare l’impasto tutta la notte a lievitare: mettilo in frigorifero e il giorno dopo lascialo 3 Ore a temperatura ambiente, per far sì che si riattivi il processo di lievitazione.


Che ne pensi di questa ricetta?

Vota la ricetta
[Total: 1    Average: 4.3/5]