Krapfen Bimby: più soffici di così…

Krapfen Bimby: più soffici di così…
Condividi con i tuoi amici!

Poteva mancare tra le mie ricette la ricetta dei Krapfen Bimby?

Tra i dolci tipici più amati del Trentino Alto Adige ci sono sicuramente i Krapfen. Ci sono tanti tantissimi racconti e leggende dietro all’origine di questi soffici dolcetti. L’unica cosa che sembra certa è che nacquero in Austria e, da lì, giunsero anche nelle terre del Trentino Alto Adige che ora sono italiane.

I Krapfen venivano preparati inizialmente solo a Carnevale, come pietanza ricca prima della Quaresima (e lo posso facilmente immaginare). Erano talmente amati che si racconta che durante il Carnevale, nella prima metà del XVIII secolo, si tenesse il cosiddetto “tiro a ciambella” nell’Hofburg di Vienna e che, dal 1786, ci fosse una rubrica fissa nella Wiener Zeitung dedicata ai Krapfen.

Ricetta krapfen Bimby

Erano tutti talmente entusiasti dei Krapfen, che cominciarono a sfornarli tutto l’anno. Si racconta anche che, durante il Congresso di Vienna del 1815, siano stati mangiati circa 10 milioni di Krapfen in occasione di ricevimenti e balli ufficiali. E senza Bimby!!!

Johann Strauss figlio chiamò addirittura la sua polka “Im Krapfenwaldl”. Krapfenwald è un bosco vicino Vienna, rinomato luogo di ritrovo dei viennesi durante le escursioni del fine settimana, così chiamato per un certo Franz Joseph Krapf. Una leggenda racconta che un artigiano avesse venduto lì la sua anima al diavolo per un piatto di krapfen.

Secondo un’altra leggenda, la fornaia Cäcilie (Cilli) Krapf è la vera “inventrice” della ricetta dei Krapfen. Nel 1690 inventò il “Cillykugeln”, una pasta lievitata ripiena di frutta. Si racconta che la fornaia arrabbiata per l’ennesimo disastro di un aiutante, gli abbia lanciato contro della pasta lievitata. Ma questa pasta lievitata, invece di finire addosso all’aiutante, sembra sia finita nel grasso bollente sul fuoco. Una volta tolta dal grasso bollente e fatta raffreddare la fornaia assaggiò la pasta lievitata fritta ed era talmente buona che nacquero i Krapfen.

Insomma, ho scoperto che dietro a questi dolci ci sono tantissimi racconti. Comunque sia l’origine, sono talmente buoni che vale assolutamente la pena prepararli!!!! Tanto più che cucinare i krapfen con Bimby è super facile. La ricetta che trovi è forse un po’ lunga da leggere, ma ti assicuro che ne vale la pena, perché il risultato finale è qualcosa di strepitoso (e mi permetto di scriverlo perché chiaramente il merito non è mio…).

Da tradizione si mangiano farciti con la marmellata di albicocche che è tipica del Trentino Alto Adige, ma ovviamente puoi farcirli come vuoi, ad esempio con la crema Bimby o con la Nutella Bimby.

Questa ricetta è per il Bimby TM6 | TM31 | TM5

Dosi per 9 pezzi
Tempo di preparazione 7 min.
Tempo di cottura 4 min.
Difficoltà
Tempo di lievitazione 4 ore
Tempo di riposo 20 min.
100
4.3 0
Poteva mancare tra le mie ricette la ricetta dei Krapfen Bimby? Tra i dolci tipici più amati del Trentino Alto Adige ci sono sicuramente i Krapfen. Ci sono tanti tantissimi racconti e leggende dietro all’origine di questi soffici dolcetti. L’unica cosa che sembra certa è che nacquero in Austria e, da lì, giunsero anche nelle terre del Trentino Alto Adige che ora sono italiane. I Krapfen venivano preparati inizialmente solo a Carnevale, come pietanza ricca prima della Quaresima (e lo posso facilmente immaginare). Erano talmente amati che si racconta che durante il Carnevale, nella prima metà del XVIII secolo, si tenesse il cosiddetto "tiro a ciambella" nell'Hofburg di Vienna e che, dal 1786, ci fosse una rubrica fissa nella Wiener Zeitung dedicata ai Krapfen. Ricetta krapfen Bimby Erano tutti talmente entusiasti dei Krapfen, che cominciarono a sfornarli tutto l’anno. Si racconta anche che, durante il Congresso di Vienna del 1815, siano stati mangiati circa 10 milioni di Krapfen in occasione di ricevimenti e balli ufficiali. E senza Bimby!!! Johann Strauss figlio chiamò addirittura la sua polka "Im Krapfenwaldl". Krapfenwald è un bosco vicino Vienna, rinomato luogo di ritrovo dei viennesi durante le escursioni del fine settimana, così chiamato per un certo Franz Joseph Krapf. Una leggenda racconta che un artigiano avesse venduto lì la sua anima al diavolo per un piatto di krapfen. Secondo un’altra leggenda, la fornaia Cäcilie (Cilli) Krapf è la vera "inventrice" della ricetta dei Krapfen. Nel 1690 inventò il "Cillykugeln", una pasta lievitata ripiena di frutta. Si racconta che la fornaia arrabbiata per l’ennesimo disastro di un aiutante, gli abbia lanciato contro della pasta lievitata. Ma questa pasta lievitata, invece di finire addosso all’aiutante, sembra sia finita nel grasso bollente sul fuoco. Una volta tolta dal grasso bollente e fatta raffreddare la fornaia assaggiò la pasta lievitata fritta ed era talmente buona che nacquero i Krapfen. Insomma, ho scoperto che dietro a questi dolci ci sono tantissimi racconti. Comunque sia l’origine, sono talmente buoni che vale assolutamente la pena prepararli!!!! Tanto più che cucinare i krapfen con Bimby è super facile. La ricetta che trovi è forse un po' lunga da leggere, ma ti assicuro che ne vale la pena, perché il risultato finale è qualcosa di strepitoso (e mi permetto di scriverlo perché chiaramente il merito non è mio...). Da tradizione si mangiano farciti con la marmellata di albicocche che è tipica del Trentino Alto Adige, ma ovviamente puoi farcirli come vuoi, ad esempio con la crema Bimby o con la Nutella Bimby. Krapfen Bimby: più soffici di così… https://youtu.be/icQcx0q_-TI Ricette , Lievitati, Lievitati dolci Italiana

Ingredienti

Per l'impasto

  • Scorza di un limone
  • 50 g di zucchero
  • 8 g di lievito di birra fresco
  • 100 g di latte intero
  • 5 g di miele
  • 250 g di farina 0
  • Un cucchiaio di zucchero vanigliato
  • 1/2 cucchiaino di sale fino
  • 1 tuorlo
  • 1 uovo medio
  • 50 g di burro morbido

Per il ripieno

  • A piacere confettura di albicocche o crema o Nutella

Per decorare

  • Zucchero a velo

Preparazione

Metti nel boccale la scorza di un limone, 50 g di zucchero e trita 10 Sec. Vel. 10. Metti da parte.

Metti nel boccale 8 g di lievito di birra fresco, 100 g di latte intero, 5 g di miele e sciogli 2 Min. 37° Vel. 2.

Aggiungi lo zucchero aromatizzato, 250 g di farina 0, un cucchiaio di zucchero vanigliato, 1/2 cucchiaino di sale e mescola 10 Sec. Vel. 3.

Con le lame in movimento a Vel. 3 aggiungi 1 tuorlo e 1 uovo intero.

Impasta 1 Min. Vel. Spiga.

Aggiungi 50 g di burro morbido a pezzetti e impasta 3 Min. Vel. Spiga. L’impasto deve essere liscio ed elastico.

La lievitazione è diversa tra TM6 e Tm5, 21 e 31


Ricetta Krapfen Bimby: lievitazione con TM6

Poggia orizzontalmente la farfalla sul recipiente del Varoma e metti sopra un foglio di carta forno.

Dai una forma sferica all'impasto e poggialo nel Varoma.

Fai una pulizia veloce del boccale.

Versa nel boccale 250 g di acqua e il succo di mezzo limone.

Poggia sopra il Varoma e imposta 2 Ore 37° Fermentazione.

Lievitazione Krapfen con TM5, 31, 21

Trasferisci l'impasto in una ciotola capiente leggermente infarinata e copri con una cuffia da bagno.

Lascia lievitare 2 ore, finché l’impasto non avrà triplicato di volume.


Da qui la lavorazione è uguale per tutti

Trascorso il tempo di lievitazione stendi l'impasto con un mattarello e forma un rettangolo circa 2 cm di altezza.

Fai delle pieghe in questo modo:

  • Prendi il lato corto destro e piegalo verso il centro.
  • Prendi il lato corto sinistro e piegalo verso il centro in modo che sia a filo con l'estremità.
  • Gira l’impasto in modo da avere i due lati corti ai lati.

Copri con un canovaccio e lascia riposare per 5 Min.

Ruota di 90° e stendi l’impasto con il mattarello, dandogli sempre una forma rettangolare.

Ripeti le pieghe:

  • Prendi il lato corto sinistro e piegalo verso il centro.
  • Prendi il lato corto destro e piegalo verso il centro in modo che sia a filo con l'estremità.

Copri con un canovaccio e lascia riposare per 5 Min.

Stendi il panetto con il mattarello a uno spessore di circa 1 cm

Lascia riposare l’impasto steso per 10 Min.

Con un coppapasta di 6 cm ritaglia dei dischi di pasta.


TM6: Metti questi dischi di pasta un po’ nel recipiente e un po’ nel vassoio del Bimby e lascia fermentare ancora per 2 Ore.

TM5, TM31, TM21: In alternativa, metti su un vassoio coperto con carta forno e copri con un canovaccio e metti lievitare in forno spento per 2 ore.


Non rimpastare gli scarti di pasta. Io li intreccio tra loro, li metto a fare l’ultima lievitazione e poi li friggo come i krapfen. Buoni ugualmente!

Trascorso il tempo di lievitazione friggi krapfen uno o due alla volta in olio già caldo ad una temperatura di 170° (da misurare con termometro da cucina). I krapfen vanno girati quando la parte è dorata.

Scola  i krapfen su un foglio di carta assorbente e farcisci a piacere con marmellata o crema o cioccolata. La tradizione vuole che siano farciti con confettura di albicocche!

Spolverizza con zucchero a velo e servi.

Consigli

Puoi sostituire il lievito di birra fresco con quello secco.

Puoi usare il Bimby per fare lo zucchero a velo anche lo zucchero vanigliato.


Che ne pensi di questa ricetta?

Vota la ricetta
[Total: 1    Average: 4.3/5]